Home » Alimentazione » La classificazione UMF® del miele Manuka

La classificazione UMF® del miele Manuka

13 febbraio 2015 - 07:00 CET di: Categoria: Alimentazione A+ / A-

Il sistema di classificazione UMF® valuta i marcatori naturali trovati nel miele di Manuka e ne garantisce purezza e qualità.

Il marchio di qualita’ UMF® e’ nato nel 1998 ed e’ di proprieta’ della neozelandese Unique Manuka Factor Honey Association [UMF.org] che lo ha registrato in circa 47 paesi, rendendo piu’ dura l’esistenza dei produttori di “falso” miele di Manuka.

UMF® Honey Association

Unique Manuka Factor Honey Association of New Zealand

Il marchio puo’ essere esposto in etichetta soltanto da uno dei 57 produttori licenziatari UMF®.

Il sistema di classificazione UMF® ha due elementi di distinzione, da evidenziare su qualsiasi miele prodotto sotto licenza UMF®:

  1. La dicitura che si tratta di miele di Manuka in etichetta
  2. Il numero UMF®, che rappresenta i tre marcatori chimici che identificano il contenuto del miele di manuka e ne garantirne l’origine, la purezza e la qualità. I marcatori chimici chiave sono Diidrossiacetone DHA, Metilgliossale MGO, e Leptosperin (methyl syringate 4-O-β-D-gentiobiose).
il marchio UMF

Il marchio UMF che si trova solo sull’etichetta del miele di Manuka originale.

 

Per ricevere una classificazione UMF®, un miele deve avere la presenza di DHA (diidrossiacetone), Leptosperin, e Methylglyoxal (metilgliossale).

Il punteggio UMF® è una misura degli attributi e dei valori che costituiscono il miele di Manuka, e garantisce la purezza e la qualità.

Livello di Metilgliossale

Classificazione UMF®

≥83 mg/kg 5+
≥263 mg/kg 10+
≥514 mg/kg 15+
≥573 mg/kg 16+
≥696 mg/kg 18+
≥829 mg/kg 20+
≥1200 mg/kg 25+
≥1449 mg/kg 28+

Qui in Italia siamo abituati ai prodotti falsi, anche in ambito alimentare. Con l’occhio (ed il palato) del consumatore abituale possiamo tranquillamente riconoscere i falsi, cioe’ quei prodotti che vorrebbero imitare prodotti molto noti, usando ingredienti di costo nettamente inferiore. Purtroppo non vale lo stesso discorso con prodotti, tipo il miele di Manuka, che, nella migliore delle ipotesi, non abbiamo mai assaggiato.

La consapevolezza del fatto che, essendo una specie di medicinale, potrebbe non avere un buon gusto, non aiuta di certo nell’identificazione del vero miele di Manuka. In questo ci puo’ aiutare proprio il marchio UMF®, che garantisce tutta la catena produttiva del miele di Manuka, ma anche la presenza certa e misurabile dei principi antibatterici contenuti nel miele di Manuka.

Diciamo che il marchio UMF® e’ una garanzia certa per il consumatore, ma anche un notevole incremento dei costi di produzione, visto che il protocollo di produzione e’ molto rigido ed i campioni di miele dei diversi lotti di ogni produttore Certificato UMF® vengono sistematicamente controllati per confermarne la bonta’ e la rispondenza al protocollo.
Il miele di Manuka che porta il marchio UMF® è tracciato dall’apiario fino al confezionamento. Da ogni vasetto si può risalire con certezza sia al singolo alveare, che al laboratorio che ha testato il valore UMF® di quello specifico lotto di produzione.

Il sistema UMF® è uno standard globale ed autorevole del miele di Manuka. La sua catena di approvvigionamento è controllato e verificato in modo indipendente. Nessuno può utilizzare legalmente il logo UMF®, in qualsiasi parte del mondo, a meno che non si attenga al rigoroso protocollo di produzione e verifica previsto da UMF®.

Alla luce di quanto ho scritto, posso solo consigliare ai consumatori di acquistare solo miele di Manuka certificato UMF®.


Identification of Manuka by measuring Leptosperin

Schema dell’identificazione del miele di Manuka originale attraverso il marker Leptosperin

Sarei comunque curioso di misurare con il metodo UMF® anche quei mieli australiani che vantano maggiori quantita’ di MGO rispetto al miele di Manuka neozelandese. E questo non per smentire i valori dichiarati, ma per focalizzare l’attenzione sulla reale unicita’ del miele di Manuka neozelandese, su quel “fattore unico” che non sembra essere replicabile altrove. In un primo momento si parlava solo del grande contenuto di Metilgliossale, poi a quello sono stati aggiunti altri fattori, soprattutto il Leptosperin, il glicoside che ha preso il nome dalla pianta di Manuka Leptospermum Scoparium, che si e’ dimostrato come l’unico indice affidabile per verificare l’origine del miele di Manuka (qui il testo completo dello studio “Identification of Manuka by measuring Leptosperin” del novembre 2014 sul Leptosperin).

Ho il vago sospetto che la “battaglia” sul miele di Manuka sara’ ancora lunga. Credo sarebbe opportuno che i produttori australiani studiassero a fondo il loro miele e ne trovassero e valorizzassero le caratteristiche uniche, esattamente come hanno fatto i greci, prima con lo studio comparato Antibacterial activity of Greek and Cypriot honeys against Staphylococcus aureus and Pseudomonas aeruginosa in comparison to manuka honey e poi con due studi piu’ specifici A monoterpene, unique component of thyme honeys, induces apoptosis in prostate cancer cells via inhibition of NF-κB activity and IL-6 secretion e Phenolic acid composition, antiatherogenic and anticancer potential of honeys derived from various regions in Greece.

Non credo sia un caso che siano state scoperte delle proprieta’ antitumorali nel miele di timo di origine greca, come non e’ stato un caso per il miele di Manuka: basta cercare, dal miele qualcosa di buono viene fuori sempre.

Forse e’ semplicistico affermarlo ma, a cercare bene, qualsiasi miele ha proprieta’ tanto “miracolose”, quanto sconosciute, perche’ dunque non scoprirle, invece di concorrere con altri, sul loro “terreno”?

La classificazione UMF® del miele Manuka Reviewed by on . Il sistema di classificazione UMF® valuta i marcatori naturali trovati nel miele di Manuka e ne garantisce purezza e qualità. Il marchio di qualita' UMF® e' nat Il sistema di classificazione UMF® valuta i marcatori naturali trovati nel miele di Manuka e ne garantisce purezza e qualità. Il marchio di qualita' UMF® e' nat Rating: 0
Api-orsomiele